Istituto Comprensivo di Savignano sul Panaro

Via Don Gherardi, 1
41056 Savignano sul Panaro (MO)
Tel. 059 730804 - Fax 059 730124

Email: segreteria@icsavignanomo.istruzioneer.it
Email: moic81400e@istruzione.it
PEC: moic81400e@pec.istruzione.it

Home > Sportello d'ascolto

Sportello d'ascolto

Si comunica che è attivo lo "Sportello d'ascolto". Per usufruire del servizio, è possibile inviare all'attenzione della dr.ssa Sonia Campagnini, psicologa e psicoterapeuta, un messaggio a mezzo whatsapp o alla segreteria telefonica al numero 349.7736113 ovvero una mail all'indirizzo di posta elettronica soniacampagnini16@gmail.com, indicando nome cognome e status (personale scolastico, genitore, alunno/a): entro 24h si riceverà risposta di appuntamento.

Lo sportello d'ascolto si configura quale servizio qualificato a cui possono rivolgersi genitori, alunni e insegnanti in caso di difficoltà, dubbi, preoccupazioni e disagio. La finalità dello sportello d’ascolto si colloca in un’ottica di promozione del benessere di vita (fisico, psichico, socio-relazionale) e scolastico e di prevenzione del disagio.

Non si delinea come un servizio in cui si effettuano diagnosi e terapia, ma come un "luogo" che prevede ascolto e confronto, nel totale rispetto della privacy. È un importante canale di supporto per:

• favorire una migliore conoscenza di sé funzionale a elaborare risposte efficaci ai propri problemi e alle proprie difficoltà;
• migliorare i propri rapporti interpersonali;
• apprendere modalità di problem solving efficaci e adeguate alla fase di sviluppo;
• saper essere efficaci membri di un gruppo allargato, mantenendo al tempo stesso capacità di autonomia emotiva e di giudizio;

• sostenere la genitorialità, valorizzando le risorse e le competenze specifiche della famiglia intesa come primo importante nucleo educativo-relazionale.
• accogliere le problematiche e le richieste dei genitori che si trovano in difficoltà o sentono il bisogno di avere indicazioni per affrontare in modo più sereno problematiche legate alle relazioni con i figli e/o con il contesto di vita degli stessi;
• sensibilizzare ed eventualmente aiutare i nuclei familiari a contattare i servizi territoriali laddove i disagi espressi richiedano una presa in carico più approfondita;
• aumentare la consapevolezza rispetto a determinate problematiche specifiche dell’età;

• favorire la riflessione su alcuni “casi difficili” e situazioni relazionali problematiche e conflittuali;
• favorire la comprensione delle problematiche che determinano difficoltà nell'apprendimento e/o nella relazione socio-affettiva al fine di ridurre le manifestazioni di disagio all'interno del gruppo classe;
• promuovere le competenze personali e professionali utili per sollecitare nella classe un clima di lavoro costruttivo e che favorisca l’espressione individuale;
• fornire informazioni rispetto ai principali disturbi dell’età evolutiva e all’individuazione di eventuali difficoltà di apprendimento;
• supportare e migliorare la comunicazione tra gruppo insegnanti, gruppo insegnanti-genitori, gruppo insegnanti-alunni.

 

 

Allegati:

Inserito il 14/11/2017 - Aggiornato il 05/12/2019 ore 07:50 - N° visioni: 1.324 - Stampa